Cassino – Teatro Manzoni
17 marzo 2014 – ore 21
con Massimo Ghini, Elena Santarelli – regia Alessandro D’Alatri

Cassino – Teatro Manzoni
17 marzo 2014 – ore 21
con Massimo Ghini, Elena Santarelli – regia Alessandro D’Alatri

CREDITI
con Massimo Ghini, Elena Santarelli
regia Alessandro D’Alatri

SINOSSI
Il testo di George Axeroid, debuttò a Broadway nel 1952 con un notevole successo di critica e pubblico. Ma la sua vera consacrazione internazionale avvenne nel 1955 attraverso l’adattamento cinematografico di Billy Wilder. “Quando la moglie è in vacanza” è una commedia sulle manie erotiche dell’uomo medio e al tempo stesso una feroce satira di costume contro il perbenismo di una certa “middle class” che sembra non avere epoche e che viene messa a confronto con le ambizioni di una ragazza che cerca di ridisegnare una propria personalità attraverso l’impegno nel mondo patinato della pubblicità, della moda o dello spettacolo in generale. Fa da detonare la prorompente fisicità della ragazza che come un uragano entra nella banale quotidianità di un maschio irrisolto. Un maschile che più che subire l’attrazione femminile sembra essere spaventato da quell’apparentemente irraggiungibile opportunità. Considerando che sono passati più di sessant’anni dal suo debutto, il testo mantiene ancora intatta la freschezza di uno sguardo sui comportamenti e le relazioni tra maschi e femmine.

 

 

[su_button url=”http://teatromanzonicassino.it/work-category/teatro/page/2/” target=”blank” background=”#F26522″ size=”4″]stagione cassino 2013-2014 pdf[/su_button]CREDITI
con Massimo Ghini, Elena Santarelli
regia Alessandro D’Alatri

SINOSSI
Il testo di George Axeroid, debuttò a Broadway nel 1952 con un notevole successo di critica e pubblico. Ma la sua vera consacrazione internazionale avvenne nel 1955 attraverso l’adattamento cinematografico di Billy Wilder. “Quando la moglie è in vacanza” è una commedia sulle manie erotiche dell’uomo medio e al tempo stesso una feroce satira di costume contro il perbenismo di una certa “middle class” che sembra non avere epoche e che viene messa a confronto con le ambizioni di una ragazza che cerca di ridisegnare una propria personalità attraverso l’impegno nel mondo patinato della pubblicità, della moda o dello spettacolo in generale. Fa da detonare la prorompente fisicità della ragazza che come un uragano entra nella banale quotidianità di un maschio irrisolto. Un maschile che più che subire l’attrazione femminile sembra essere spaventato da quell’apparentemente irraggiungibile opportunità. Considerando che sono passati più di sessant’anni dal suo debutto, il testo mantiene ancora intatta la freschezza di uno sguardo sui comportamenti e le relazioni tra maschi e femmine.

 

 

[su_button url=”http://teatromanzonicassino.it/work-category/teatro/page/2/” target=”blank” background=”#F26522″ size=”4″]stagione cassino 2013-2014 pdf[/su_button]