MUMBLEMUBLE_SITO

Magliano – Teatro Manlio

Domenica 20 marzo 2016  | ore 21:00
MUMBLE MUMBLE
CONFESSIONI DI UN ORFANO D’ARTE
Narrazione oscena di due funerali…e mezzo
di Emanuele Salce e Andrea Pergolari
con Emanuele Salce e Paolo Giommarelli

 

CREDITI
di Emanuele Salce e Andrea Pergolari
con Emanuele Salce e Paolo Giommarelli

SINOSSI
Mumble Mumbleconfessioni di un orfano d’arte, scritto da Emauele Salce e Andrea Pergolari, è un racconto in tre tempi in cui Emanuele Salce narra, in maniera ironica, cinica, dissacrante ma anche inevitabilmente intima e commossa due funerali… e mezzo.  Nel primo, quello di suo padre Luciano, quando aveva poco più di vent’anni e, reduce da una nottata di eccessi etilici, si trovò a dover gestire da solo l’accadimento affrontando, nelle condizioni peggiori, una realtà a lui sconosciuta ed assai scomoda fra para-parenti a caccia di lascito, addetti alle onoranze funebri che lo inseguivano con cataloghi di bare e la ragazza per cui spasimava che non gli si concedeva. Nel secondo, quello di Vittorio Gassman, marito di sua madre, vissuto da trentenne più lucido e consapevole, in cui si assiste ad un vero e proprio Carnevale del sacro e del profano, fra autorità politiche improbabili e presenzialisti d’ogni risma: dai colleghi minori, a venditori d’automobili, religiosi frustrati, furfanti che nella calca stappavano bottiglie di vino pregiate per concludere il tutto con la semifinale degli Europei del 2000 Olanda – Italia con scene da stadio. Nel terzo (metaforicamente) il suo: vissuto attraverso l’incontro con una bionda australiana e una défaillance occorsagli in un museo di Sydney, con un finale in crescendo, fino a giungere ad una vera e propria liberazione non solo simbolica. A fare da contraltare in scena lo spettatore-regista Paolo Giommarelli, ora complice, ora provocatore della confessione, passando con candida disinvoltura da Achille Campanile a Petrarca fino ad un vero e proprio trattato di procto-gastroenterologia.