Con il tuo contributo A.T.C.L. porta la cultura nel Lazio

Chi siamo
L’Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio è il Circuito Regionale multidisciplinare dello spettacolo dal vivo, nato nel 1981 su iniziativa di enti locali. Sostenuto dal MIBAC e partecipato dalla Regione Lazio, è iscritto all’albo regionale delle Associazioni riconosciute.
Come circuito, in questi anni ha operato in 230 comuni per la diffusione delle arti sceniche, sostenendo e favorendo l’attività degli enti locali. Annualmente programma 25 stagioni di teatro, musica, danza, teatro per ragazzi e famiglie, progetti integrati, rassegne, festival ed eventi tesi a valorizzare il patrimonio storico, architettonico, paesaggistico, etnoantropologico del Lazio al fine di garantire una proposta culturale stabile, continua, qualificata e diffusa.
A.T.C.L. svolge un servizio a forte caratterizzazione sociale finalizzato alla crescita qualitativa e quantitativa e del pubblico e all’affermazione della funzione educativa, sociale ed economica della cultura e dello spettacolo.
Una particolare attenzione è riservata alle contemporaneità ed ai talenti emergenti, al sostegno di iniziative culturali nell’ambito del sociale, alla sperimentazione di nuove metodologie didattiche e formative nelle scuole e nelle università per sviluppare la presenza delle arti dello spettacolo nei curriculum scolastici e favorire la fruizione e i consumi culturali.

Cos’è l’Art bonus
E’ un’agevolazione fiscale al 65% sotto forma di credito di imposta per i soggetti che effettuano le erogazioni liberali in favore della cultura. La ripartizione del vantaggio fiscale avviene in tre quote annuali di pari importo.
Limiti di spettanza del credito

Persone fisiche ed enti che non svolgono attività di impresa: 15% del reddito imponibile direttamente calcolato nella dichiarazione annuale pro quota

Titolari di reddito di impresa: 5 per mille dei ricavi annui utilizzabile in compensazione
Regime fiscale
Il credito d’imposta:
 non concorre alla formazione della base imponibile;
 non concorre alla determinazione del valore della produzione netta ai fini IRAP;
 non rileva ai fini della determinazione della quota di interessi passivi deducibile dal reddito d’impresa;
 non rileva ai fini della determinazione della quota di spese e altri componenti negativi diversi dagli interessi passivi, deducibile dal reddito d’impresa

Per ulteriori informazioni ti invitiamo a visitare il sito http://www.artbonus.gov.it.
A questo link https://artbonus.gov.it/beneficio-fiscale.html puoi scoprire come permettere allo Stato di riconoscere la tua donazione come finanziamento alla Cultura in Italia e a restituirti quindi il 65% dell’erogazione sotto forma di credito d’imposta.

Chiunque può effettuare una donazione, basta fare un bonifico utilizzando questi riferimenti:
IT10Z0326803201052843274120
CAUSALE: Art Bonus – A.T.C.L. – Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio – Codice fiscale o P. Iva del mecenate
Nome Intervento (opzionale – scegli il progetto che preferisci fra quelli sotto elencati)

I Mecenati possono scegliere di rendere pubblica la loro donazione sul www.artbonus.gov.it e sul portale di ATCL previa loro liberatoria. Sarà cura di ATCL ringraziare i mecenati in occasioni pubbliche e nei materiali illustrativi delle attività.

I Progetti

1. LIFE ON MARSH 2020. Pontinia città di fondazione spazio del contemporaneo
LIFE ON MARSH è il mezzo di costruzione di un rapporto attivo con il consumo culturale. Particolare attenzione è rivolta ai giovani, alle scuole e ai percorsi formativi. La condivisone dei processi creativi è la formula di avvicinamento alla produzione culturale, elemento quasi del tutto assente nel territorio di intervento.
1. Scuole: Scoprire il Palcoscenico
Stagione Teatro Ragazzi: 11 spettacoli
Seminari con gli alunni: un percorso declinato in base alle età che parte dalla conoscenza del teatro quale luogo di rappresentazione e sonda i linguaggi attraverso incontri preparatori alla visione e successivi alla stessa
Seminari con i docenti: una prima fase incentrata sulla storia del teatro con particolare attenzione alle avanguardie italiane; la seconda dedicata alla costruzione di una didattica della visione attraverso la condivisione di procedimenti e tecniche finalizzati alla formazione dell’alunno come spettatore teatrale

2. Giovani: Dentro il palcoscenico
Incontro il teatro: ciclo di laboratori con le compagnie ospitate nel cartellone e orientato ai nuovi linguaggi della scena
Costruire Teatro: le arti applicate. Come tradurre in teatro l’opera di un autore. Si prevede un percorso partecipativo volto alla conoscenza delle professionalità legate allo spettacolo dal vivo che si tradurrà in una performance/spettacolo. Il laboratorio avrà una linea tematica legata al ‘900 e ad uno dei drammaturghi maggiormente rappresentativi: Pirandello o dell’”Homo absurdus”.

3. Audience Development: Guardo, ascolto, dico. “Al posto dello spettatore”
Nella convinzione che il consumo consapevole di spettacolo sia mezzo di crescita individuale e collettiva si realizzeranno:
un ciclo di incontri preliminare alla visione degli spettacoli attraverso lezioni frontali
una attività di confronto ex post realizzata grazie alla creazione di una “Community web” progettata appositamente sulle piattaforme social e collocata sul sito istituzionale del teatro