Venerdì 27 e Sabato 28 aprile, ore 21

TOTAL ECLIPSE

taviani_alzieu

In collaborazione con Compagnie MÀ
Concept ed interpretazione di Marion Alzieu e Chiara Taviani (Francia-Italia)
Luci di Violeta Arista Musiche e collaborazione sonora in corso
Con il sostegno di U.O.T , Balletto Civile/ Michela Lucenti, FuoriLuogo La Spezia,

Residenza produttiva Carrozzerie n.o.t e Pim Off
Con il sostegno di ATCL Lazio

Il concetto di rottura è un concetto frequente, emotivo, sentimentale, personale quanto
universale.
Compie sull’essere umano una sorta di spaccatura, di strappo, dalla quale ne esce una nuova pelle,
una nuova visione. Il ciclo si ripete e si ricomincia.
Uno spopolarsi provvisorio, l’incoronare un epilogo, un accento preciso sul distacco impietoso.
Siamo figli di generazioni pronte a lasciare terre, esseri cari, origini, semi, radici; stiamo imparando
a farci i muscoli.
Le visioni di questo istante sono dilatate da una perdita di conoscenza di se stessi: non capiamo
più̀ un cazzo. Siamo privi di fiuto, di intuito, di spirito di guarigione. Queste situazioni creano una
sbalzo ritmico nelle reazione nelle immagini nei sentimenti. Ed è lì che ci vogliamo incastrare per
amplificarle e dilatarle.
Siamo alla ricerca dell’esaltazione di una fine. Siamo ai confini con una visione immaginifica e con
la cruda realtà̀ dei fatti. Siamo pronti. Un inno quasi religioso e senza tempo, finali a ripetizione,
campi di battaglia con epiloghi all’acqua di rose. Grandi aspettative per il prossimo.
Diversi spiragli, citazioni, immagini, messe in scena ci permetteranno di riflettere su questa
dimensione di rottura. Comprenderli o meno è poco importante, intravederli è già̀ qualcosa.
Prendere un oggetto conosciuto e connotato e renderlo forma o immagine innovativa dedicata ad
una nuova comprensione dell’atto del lascito. Sedurre nel profondo un istante di apprensione e
renderlo compimento di bellezza. Riscoprirlo in sostanza.

Il nostro obbiettivo è quello di confrontarci nel modo più̀ originale possibile con il tema meno
originale possibile.